Il territorio, visite consigliate nei dintorni di Acireale

Grazie alla sua posizione strategica, Acireale è un campo-base ideale per visitare i luoghi più rappresentativi della Sicilia con escursioni anche di un solo giorno. Catania, anzitutto, con la sua vita culturale e notturna, la romantica Taormina, l’antica Siracusa, il pregio barocco di Noto e Ragusa, l’area archeologica di Piazza Armerina, Caltagirone e la sua pregiata ceramica. Con un pernottamento a Palermo, si può visitare il capoluogo e Monreale. Al ritorno, tramonto spettacolare nella Valle dei Templi di Agrigento.

Catania

Catania, 305.773 abitanti, sorge sulla costa orientale dell’isola ai piedi del vulcano Etna e il suo territorio comprende anche una vasta parte della piana di Catania. Il nucleo originario della shutterstock_81062575città era situato su un colle che corrisponde all’odierna piazza Dante, dove sorge l’exMonastero dei Benedettini. Catania è attraversata da un fiume sotterraneo, l’Amenano, e in passato vi era, poco fuori le mura a ovest, il lago di Nicito, poi coperto dalla colata lavica del 1669 che ha profondamente shutterstock_75787249mutato l’aspetto della città entrando nel mare e creando nuova scogliera per sette chilometri. La città è stata distrutta sette volte da eruzioni vulcaniche e da terremoti in specie quelli, catastrofici, del 1169 e del 1693. La parte vecchia della città è del Settecento: in quel secolo, infatti, la città del post terremoto si arricchisce di opere architettoniche di grande pregio, molte delle quali ad opera dell’architetto Vaccarini, come il Palazzo del Municipio nella piazza delDuomo. Di pregevole interesse artistico è il quartiere di via Crociferi, dove trionfano monasteri e chiese e dove il barocco etneo trova una delle sue m
igliori espressioni. Nella cattedrale sono collocate le tombe di Federico II d’Aragona e di Vincenzo Bellini.

Taormina

Celebre località di soggiorno apprezzata in tutto il mondo per il suo clima mite, la ricca 2011-12-10 165423 vegetazione mediterranea e soprattutto per la bellezza della posizione panoramica verso la costa ionica e verso l’Etna. Il Teatro Greco, veramente splendido, costruito in età ellenistica e poi interamente ricostruito in epoca romana, è per ampiezza il secondo teatro classico della Sicilia, dopo quello di Siracusa. Dall’alto della càvea e più ancora dalle terrazze che sovrastano la scena, si gode un panorama indimenticabile. Luoghi da visitare: Palazzo Corvaja, il Duomo, le Naumachie, l’Odeon. Da non perdere la passeggiata lungo Corso Umberto, la suggestiva strada principale di Taormina, che collega Porta Messina con Porta Catania, ricca di negozietti di souvenir e di eleganti negozi.

Siracusa

Capoluogo di provincia adagiato sulla costa orientale dell’isola e proteso verso il mare con l’isolotto di Ortigia, è uno dei più importanti centri archeologici della Magna Grecia. La città ha 1667542345_8cffa45e20_zil suo nucleo urbano più antico nell’isola di Ortigia collegata con un ponte alla terraferma dove si estende la città moderna. Da visitare il Tempio di Atene attualmente inglobato nel Duomo, la fontana Aretusa, il Teatro Greco, il Parco Archeologico dellaNeapolis, le Catacombe, il Castello Maniace, il Museo Archeologico Paolo Orsi.

PRENOTA HOTEL